giovedì 8 gennaio 2009

Notizie preoccupanti in Ungheria

Che cosa viene ancora?
Prima crisi economica ed ora nuove notizie molto preoccupanti.
Ieri Putin ha ordinato di chiudere i rubinetti di gas a causa delle sue controversie contro Ucraina. L'Ungheria corre un rischio altissimo di rimanere al freddo, senza riscaldamento. Con le attuali riserve potrá andare avanti solo per altre tre - quattro settimane.
Da quel punto dobbiamo stare attenti non solo a senza tetti ma anche ai nostri vicini di casa quelli vecchi e malati che facilmente possono freddarsi all'altro mondo senza riscaldamento.
Un altra notizia.
Ieri, prima volta nella storia ungherese una persona sconosciuta, probabilmente uno studente, ha bruciato a cervella al preside e vicepreside di una scuola. Dove va questo mondo. La violenza non conosce frontiere.

8 commenti:

Artista Maldito ha detto...

Buon Giorno Kati

La violenza è anche da fare sccapare gli insegnati delle scuole portoghese, che fare davanti a questa malatia della nostra società?

Senza riscaldamento con quello freddo sarà molto angosciante in questi giorni. La vita non è faccile.

Bacino
Isabel

Caterina ha detto...

Olá Isabel,
Nuove informazioni.Hanno trovato l'assassino che ha ucciso i due direttori della scuola. É stato il portinaio della stessa scuola che é stato mandato via dalla scuola proprio ieri per defraudazione (per furto)

Tinka ha detto...

Legalább nem kell szombaton dolgoznotok!!!
Levelet feladtam.
Tanács: Nem kell rögtön az első tudósításoknak felülni.Van gáz...Bármennyire szörnyú is az iskolai gyilkosság, nem kell félni, bárhol, bármikor megtörténhet.Szerintem ez a lényeg. .Jó pihenést Tinka

Caterina ha detto...

Az bizony nagyon jó, hogy szombaton nincs suli. Már egész betege voltam a gondolatnak is, hogy ilyen hosszú ez a hét. Ráadásul pénteki munkrenddel, vagyis jó sok órával.
Van gáz vagy gáz van? Az olasz tudósításban is olvastam, hogy talán Magyarország a legkiszolgáltatottabb gáz ügyben.
Az igaz, hogy ijesztőbb lett volna az iskolai gyilkosság, ha tanulók követik el, de így se semmi. Nálunk sok az agresszív gyerek. A mi igazgatónőnket is már megfenyegették. El se tudod képzelni, hogy milyenek azok a mai gyerekek, akiknek a szüleik is börtönre érettek vagy esetleg meg is járták, isznak, megerőszakolják a saját gyereküket, rettegésben tartják acsaládjukat aztán meg dúlva-fúlva jönnek be az iskolába, hogy hogy mer úgy beszélni a tanár a gyerekükkel (ami persze nem is biztos, hogy úgy van).

Anastácio Soberbo ha detto...

Ciao Kati
Quando il caos della violenza. Infine. Mi auguro che il problema non riguarda il gas in Ungheria.
Perché è il sigillo? E 'stato fatto da me e solo me. Solo l'uomo ha assunto un capriccio mio.
Beijinhos per voi e per un buon fine settimana.

Caterina ha detto...

Ciao Anastácio,
posso solo sperare che il problema gas si risolverá presto. Molte fabbriche sono chiuse per un tempo indefinito per mancanza di gas. Per fortuna c'é ancora riscaldamento a casa.

Anastácio Soberbo ha detto...

Ciao Kati
I russi hanno tagliato il gas?
Mi auguro di no. Ho ancora di andare in Turchia per il caldo:))
Sono ben mio amico. Con molta voglia di fumare, ma ho intenzione di gestire la cosa.
Un grande bacio per il mio amico Kati.

Artista Maldito ha detto...

Buona sera carissima Kati

La violenza è davvero un sintoma caotico, non lo capisco. Il mio mondo è idilico e mi fa paura l'agressività.

Ti auguro un buon fine settimane senza freddo e tranquilo

Un bacino
Isabel