domenica 10 ottobre 2010

GITA GIORNO PRIMO - VESZPRÉM - SIÓFOK - ZAMÁRDI - NOTIZIE TRAGICHE SUL FANGO ROSSO


 Grazie agli amici/che che hanno mandato il sole dai paesi meridionali dell'Europa verso l'Ungheria, dopo i giorni grigi potevamo godere i colori dell'autunno con i raggi del sole:)). La nostra prima tappa era Veszprém, "la cittá delle Regine". 
Qui  vedete la statua del primo Ré ungherese Santo Stefano e quella della Regina Gisella
Dall'alto si apre un bel panorama.
Poi siamo partiti per Siófok, "capitale" del lago Balaton per vedere fra l'altro la casa di Imre Kálmán compositore di molte operette
Mentre i ragazzi si provavano in un parco di avventure e altri sono rimasti lí a guardare le loro attrazioni, noi con le amiche colleghe abbiamo fatto una allegra passeggiata in riva  al lago


 Strada facendo abbiamo visto questo "segnale stradale" nel giardino di una casa. Si vede che Amsterdam per esempio é ancora lontana ma la direzione puó essere giusta:))

 Lí abbiamo sentito la brutta notizia che il 'fango rosso', fuoriuscito da una fabbrica di alluminio in Ungheria, ha raggiunto il Danubio. Kolontar é  il comune più colpito dal disastro ecologico dove non si ha tuttora notizia di molte persone scomparse, insieme a quello di Devecser. La popolazione dei due comuni è infuriata perché dicono che è impossibile rimuovere il fango contaminato che ha inondato le loro case e dato che una volta secco è cancerogeno essi non possono rimettere piede nelle loro abitazioni.

14 commenti:

achab ha detto...

Ciao cara Caterina,belle foto e attimi di giusto rilassamento,è bello gioire di questi momenti.
Ho sentito alla tv della tragedia del fango tossico,brutta notizia,speriamo che si possa risolvere.
Buon inizio di settimana.

Un bacione,e coccoline a Cooperino MIAOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO.

Nicolanondoc ha detto...

Il fango rosso, quel colore è impressionante per una tragedia annunciata...forse, spero che i danni alle persone e alla natura siano limitati a quello che ci raccontano.

Sei stata brava ad arrivare ad Amsterdam tra tante indicazioni :-) veramente bello il quadro della gita e poi quelle farfalle sono meravigliose insieme ai colombi che ritornano nel loro nido :-)
Un abbraccio cara e buona serata :-)

Carla, i colori...pensieri della mia mente. ha detto...

ciaoo Caterina. Bellissimi scatti e speriamo che tutto vada al meglio.ciaooo e buona settimana

Gabry ha detto...

Buongiorno Kati, vedo dalle foto che la gita è stata bella ed istruttiva e che il sole Vi ha sorriso... ho sentito alla TV del disastro ambientale che è successo nel tuo paese e che alcune persone hanno perso la vita mentre intere cittadine sono state evacuate ed hanno perso tutto, speriamo solo che riscono ad arginare la falla e che questa marea di fango rosso nocivo non provochi, oltre a quelli che già ha fatto, altri danni.

Un abbraccio Kati e buon inizio settimana!

loopex ha detto...

Jó kis körút, nem csoda, hogy elfáradtál, viszont a képek dicséretet érdemelnek!!! Gratula! Puszi!

riri ha detto...

Ciao Katy, sono contenta per la tua bella gita. Le notizie brutte si sanno in fretta quindi speriamo solo si riesca a trovare un rimedio veloce...A te un abbraccio e buon inizio lavoro:-)

Caterina ha detto...

Ciao cari amici, ascoltavo le nuove notizie sul fango rosso. Il numero dei morti é aumentato : 8 e ci sono moltissimi in ospedale. Sorti tragici, evacuazione, case inondate dal fango fino al soffitto, animali domestici morti e la paura di una nuova rottura della diga. Dall'altra sembra delinearsi un'alleanza sociale e forse il governo e il parlamento sará capace di prendere provvedimenti veloci per migliorare la situazione. Il proprietario é in custodia preventiva e prendono in proprietá statale la fabbrica. Un commissario del governo dirigerá i lavori.
Vi invio un grande abbraccio

Gabry ha detto...

Ho letto le tue ultime notizie sul disastro del fango rosso, speriamo che nessun altro debba perdere la vita e che trovino velocemente un rimedio .

Un abbraccio Kati e buona giornata!

riri ha detto...

Cara, mi associo al commento della nostra amica Gabry, spero ci siano soluzioni che aiutino a far superare il problema. Un bacio

Gabe ha detto...

un reportage molto bello, ottimo inizio e il proseguimento sarà ancora meglio. Ciao Caterina spero di rivederti al rientro

Nicolanondoc ha detto...

Custodia preventiva mi ricorda " la democrazia "...
Ah, dimenticavo, ho trafugato qualche noce dal post precedente, ne vado matto :-)
Un abbraccio cara e buona serata

Gabry ha detto...

Buongiorno Kati, eh si... non è facile trovare una copertura per il tuo laghetto, mi sa che devi far costruire un coperchio rigido fatto proprio su misura... qui oggi piove e le foglie continuano a cadere ed io continuo a raccoglierle... uffa.....ahahah!!!

Un abbraccio Kati e buona giornata!

Nicolanondoc ha detto...

Un grazie dall'isola. Un'idea per coprire il tuo laghetto? Ci studio un pò con la mia equipe di lavoro e poi ti dico..però Gabry ti ha già dato un'idea:-) Un abbraccio

Marina Fligueira ha detto...

Hola: Caterina, que precioso viaje Se ven unas excelentes panorácas, paisajes, fotagrafías, cuadros de ensueño. no sé yo... esa copita... con ese vino tan rico, ¿Como terminó la jornada? Siento mucho el desastre de Ungría, me apenan las personas afectadas por esa peste de la marea roja. Pobrecitos míos, como lo siento. El mundo vive bajo la amenaza de desastres como ese. ¡Con tantos embalses contaminantes y con poca seguridad! Bueno me alegra que hayáis hecho ese viaje y que lo hayas pasado tan bien. Un abrazo grande, y se feliz