domenica 15 febbraio 2009

Il bucaneve, la vita e la speranza


E’ detto “stella del mattino” perché è uno dei primi fiori a spuntare dalla terra dopo l’inverno. La tradizione cristiana associa il bucaneve alla candelora, il 2 febbraio, giorno della purificazione della Madonna. Inoltre una leggenda racconta che Eva e Adamo, una volta cacciati dal Paradiso Terrestre, furono trasportati in un luogo gelido, buio e dove era sempre inverno. Eva ben presto fu presa dallo sconforto e dal rimpianto, non accettava l’idea di vivere in quelle condizioni; un angelo avuta compassione di lei, si dice, che prese un pugno di fiocchi di neve, vi soffiò e ordinò che si trasformassero in boccioli una volta toccato il suolo. Eva, alla vista dei bucaneve, prese forza e si rianimò.I bucaneve sono il simbolo della vita e della speranza.
Poiché da noi ora tutto é coperto di neve, vi faccio vedere le immagini dei miei amici fatte prima della nevicata.
Quanto aspetto giá la primavera!!!

5 commenti:

Tinka ha detto...

Csak nem a Te hóvirágod?? Miénk ki sem látszik a hóból!!

Caterina ha detto...

A miénk se. Ezek kapott hóvirág képek, de ideiek és még hóesés előttiek. Most megyek vérvételre. Lesz még ultrahang, röntgen meg szemfenék vizsgálat. Éjjelre a nyakam alá tettem kitámasztót, így reggel és este sem szédülök, ha elforgatom a fejem

loopex ha detto...

Gyönyörűek! Már az hittem a kertetekben nőtt! Kár, hogy nem :o)!
Jujj! Nem is mondtad! Erről még beszélünk!!!
Puszi!
L

Artista Maldito ha detto...

Buon Pomeriggio Kati

Questa leggenda non la conosceva, è interessante perchè in febbraio siammo tutti in attesa della Primavera. E Kati in questi giorni in Portogallo il sole ci ha brindato comme si fosse già Aprile.

Ti lascio questi versi di T. S. Eliot:

April is the cruellest month, breeding
Lilacs out of the dead land, mixing
Memory and desire, stirring
Dull roots with spring rain.
Winter kept us warm, covering
Earth in forgetful snow, feeding
A little life with dried tubers.

E viva la Primavera:)

Bacini
Isabel

Caterina ha detto...

Carissima Isabel,
Mi hai portato la primavera da Portogallo
Grazie anche per la poesia di Eliot.
Bacini e buona settimana.
Kati